Il diritto-dovere di visita del figlio minore non è suscettibile di coercizione neppure nella forma indiretta di cui all’art. 614 bis c.p.c.

Il diritto-dovere di visita del figlio minore non è suscettibile di coercizione neppure nella forma indiretta di cui all’art. 614 bis c.p.c.

Il rifiuto del genitore non collocatario di far visita al figlio minore non è coercibile, ma può produrre altre conseguenze, quali l’affidamento esclusivo all’altro genitore o la perdita della responsabilità genitoriale.

from Brocardi.it – Notizie Giuridiche https://ift.tt/383IVjq

feedrss

Lascia un commento